andrologia logo
unita di andrologia
 
   
 
 
 
 
 
a cura di Giovanni Beretta
ultimo aggiornamento 14/11/2008

La sessualità è una componente integrante della vita di un uomo non solo nell'età giovanile ed adulta , ma anche in quella più avanzata. Bisogna rimuovere quegli ostacoli fisici o emozionali che possono impedire di esprimere la propria sessualità.

A questo proposito l' Unità di Andrologia offre  una serie di servizi finalizzati alla valutazione e  al trattamento dei disturbi sessuali ed endocrinologici della terza età (trattamento delle carenze ormonali che caratterizzano la cosidetta "andropausa" e tutte le sue conseguenze).

Infine un'attenzione particolare viene data alla prevenzione e alla diagnosi delle patologie prostatiche  e delle vie urinarie. 
Giovannucci EL et al. A Prospective Study of Physical Activity and Incident and Fatal Prostate Cancer. Arch Intern Med. 2005;165:1005-1010.
Grönberg H. Prostate cancer epidemiology. The Lancet 2003; 361:859-864
-----------------------------------------------------------------------------------

Esiste la menopausa dell’uomo?   Esiste l'andropausa?

Introduzione

L'esistenza di una menopausa al maschile è stata per molto tempo messa in discussione e non considerata un quadro clinico significativo e degno di essere valutato e poi eventualmente trattato in modo razionale come qualsiasi altro disturbo o problema di tipo medico.

In questi ultimi decenni l'allungamento della vita media , la caduta di molte barriere di tipo moralistico contro una sessualità presente anche nella terza età ed i mutamenti nelle prospettive culturali del mondo maschile hanno aperto sicuramente nuove prospettive e hanno permesso alla fine di prendere seriamente in considerazione questi aspetti importanti e non secondari della vita di un uomo.

Nel 2000 già la popolazione sopra i 60 anni rappresentava nel mondo "ricco" , occidentale circa il 20% degli uomini.

La menopausa  esiste ed anche l'andropausa  ma sono fenomeni fisiologici che hanno modalità diverse nel loro modo di manifestarsi. Infatti negli uomini non abbiamo la caratteristica caduta improvvisa dell'ormone sessuale più importante , come succede invece nelle donne, ma una lenta e parziale diminuzione dei livelli di testosterone nel sangue ( a curva gaussiana) . Nell'andropausa  o menopausa maschile , alla diminuzione del testosterone, strettamente collegato a questo evento ormonale, abbiamo generalmente un  progressivo aumento della massa grassa e una conseguente riduzione della componente muscolare .  Oltre a questi processi “morfologici” vengono spesso riferiti anche l'insorgenza di un più facile affaticamento, una diminuzione della densità ossea, un calo del desiderio sessuale, depressione , disturbi della memoria e della concentrazione,ed anche turbe del sonno.

Spesso gli uomini  su questi cambiamenti, legati al tempo, sono meno informati delle donne e non riconoscono questo tipo di problematiche e quindi sono culturalmente più riluttanti a discuterne , a parlarne con un medico , a confrontarsi con altri uomini e quindi sono più soli e fragili di fronte a queste tematiche e problematiche che coinvolgono molti aspetti considerati ancora molto personali, “inviolabili”,  indiscutibili in un mondo di veri uomini e soprattutto con uno specialista poco conosciuto come l’andrologo.

Come si fa la diagnosi?

Importante per una corretta valutazione  della situazione clinica è il dosaggio della concentrazione di alcuni ormoni come il testosterone sia nella sua forma libera che totale.  I sintomi ed i disturbi spesso non sono  sempre facili da capire.

Una  caduta del desiderio sessuale, la presenza di disturbi dell'erezione, una facile “stanchezza”,  disturbi del sonno possono essere presenti infatti a qualunque età.

Quale è la strategia terapeutica corretta?

Quando si lamentano questo tipo di problematiche in prima istanza è bene rimuovere e correggere tutti i fattori di rischio cardiovascolare, modificare lo stile di vita,  l'alimentazione , il controllo del peso  e dei valori pressori, ridurre gli zuccheri e i grassi nel sangue, diminuire drasticamente l'assunzione di alcool  e dire stop al fumo di sigaretta.

Negli ultimi anni i benefici effetti segnalati dall'uso degli androgeni, quando si è in presenza di disturbi e sintomi legati ad una reale carenza di testosterone,  hanno confermato come l'uso dei vari preparati ,oggi in commercio, possono avere una indicazione capace di correggere anche i problemi lamentati da un uomo in questo particolare periodo della sua vita. Questi farmaci devono  sempre  comunque essere somministrati sotto stretto controllo andrologico.

Dobbiamo infine sempre ricordare che la sessualità è una componente importante della vita di un uomo non solo nell'età giovanile ed adulta , ma anche nella terza età .  Bisogna quindi rimuovere, quando è possibile,  tutti quegli ostacoli fisici od emozionali che possono impedire di esprimere la propria vita sessuale anche quando non si è più giovani.

Infine non dimenticare mai che tutta questa attenzione alle problematiche sessuali di un uomo in questa fase della sua vita deve sempre essere condotta  dando un’estrema attenzione alla prevenzione e alla diagnosi  anche delle patologie prostatiche  e delle vie urinarie.

In questa fase della vita di un uomo è sempre utile  consultare un esperto andrologo od un urologo e , se mai fatto, questi disturbi sessuali e generali possono diventare una buona occasione per fare il punto sulla  propria situazione andro-urologica e dunque fare  alcune valutazioni  ematochimiche importanti come il PSA  oltre al testosterone totale e libero.

Ornish Dean et al. Changes in prostate gene expression in men undergoing an intensive nutrition and lifestyle intervention. PNAS june 17, 2008; 105 (24): 8369-74.

Price Kerfoot B et al. Practitioner-Level Determinants of Inappropriate Prostate-Specific Antigen Screening. Arch Intern Med. 2007;167:1367-1372. 

Rosen R et al. Lower urinary tract symptoms and male sexual dysfunction: the multinational survey of the aging male (MSAM-7). Eur Urol. 2003 Dec; 44(6):637-49

Prima redazione dei contenuti: luglio  2004 - ultima revisione: novembre 2008

ATTENZIONE: informazioni su www.andrologiamedica.com

Le informazioni diffuse da questo sito sono destinate ad incoraggiare, e non a sostituire, le relazioni esistenti tra il paziente ed il medico. Le pagine destinate  ai pazienti hanno solo finalità divulgative ed educative. Non costituiscono motivo di autodiagnosi o automedicazione, e non sostituiscono,in alcun modo, la consulenza e la visita di un medico. Si ricorda ai lettori che in caso di disturbi e malattie è sempre necessario rivolgersi ad un medico.

Questo sito non è in alcun modo finanziato da enti terzi, da organizzazioni commerciali o da sponsor esterni. Non contiene nessuna forma di pubblicità e non appartiene ad alcuna azienda pubblica o privata.

Il Dr. Giovanni Beretta finanzia e supporta interamente questo sito a titolo personale.


Per avere maggiori informazioni potete scrivere a:

giovanniberetta@libero.it